Serie A

Inter e la rabbia di Conte: cosa succede ai nerazzurri?

inter_rabbia_conte

Dallo 0-2 al 3-2. Si può riassumere così la partita dell’Inter contro il Borussia Dortmund che, di fatto, complica e non poco l’avventura dei nerazzurri in Champions League. Emblema di una serata, per l’Inter, partita alla grande con due gol di vantaggio nel primo tempo, ribaltati nell’arco degli altri 45 minuti da una prestazione strepitosa dei tedeschi.

Inevitabile il rammarico e la rabbia mal celati da Antonio Conte il quale si è sfogato davanti alle telecamere subito dopo il match, criticando apertamente la programmazione estiva del club.

Il tecnico dell’Inter non le ha mandate a dire: “È successa la stessa cosa di Barcellona, o anche peggio visto che eravamo in vantaggio di due gol. Dispiace, ma mi dicono di sorridere di più in tv, di mostrarsi sorridenti, dovrei dire sempre le stesse cose ma ai ragazzi non posso rimproverare nulla. Più che lavorare non possiamo fare”.

Inevitabile l’attacco alla dirigenza:

“Spero che queste partite facciano capire qualcosa a qualcuno. Noi lavoriamo e andiamo a duemila e la squadra va solo ringraziata. Andrei a toccare sempre gli stessi argomenti e mi dà fastidio. Mi sono scocciato di esprimere gli stessi concetti, venga qualche dirigente a parlare”.

Una programmazione estiva non programmata a dovere. Lo ribadisce ancora una volta Antonio Conte:

“A inizio stagione sono stati fatti errori importanti – ha proseguito – Si poteva programmare molto meglio e noi abbiamo dimostrato che tramite il lavoro possiamo mettere in difficoltà chiunque. Ma non voglio dire le stesse cose, cioè che siamo troppo tirati e non possiamo fare campionato e Champions in queste condizioni”.

L’ex tecnico di Juventus e Chelsea ha concluso:

“Lavoriamo per capire perché col Sassuolo prendiamo due gol in rimonta e a Dortmund perdiamo da 0-2. Paghiamo la stanchezza, siamo l’Inter e dobbiamo fare un esame di coscienza. Mi dite che l’avevamo preparata bene? Appunto, sono ancora più incazzato, ma continueremo a lavorare a testa bassa tra mille difficoltà”.

Buoni propositi maturati in estate, tante attese e speranze per l’Inter che in Conte ha trovato il condottiero adatto per risalire la vetta della classifica sia in Italia che in Europa. Dopo un avvio esaltante è arrivata la mazzata con Barcellona, Juventus e Borussia a cui si aggiungono diverse assenze di giocatori importanti come Sanchez, Asamoah, D’Ambrosio e Gagliardini. È l’inizio della crisi?

 

 

Loading...

Articoli correlati

Nuovo stadio San Siro: il progetto si aggiorna. Tutto quello che devi sapere

eurocalcionews

Scarpe da calcio Nike: le migliori offerte di Aprile 2019

eurocalcionews

Inter, Conte vuole Cuadrado e Chiesa: ecco le ultime

Veronica Mandalà

Inter-Icardi, Wanda Nara riceve una telefonata… nessuno se lo poteva aspettare

eurocalcionews

Barzagli nello staff di Sarri: cosa ci aspettiamo?

Veronica Mandalà

Serie A, ecco la migliore formazione dopo 12 giornate

Veronica Mandalà
Euro Calcio News è un piccolo progetto editoriale che tratta il calcio a 360 gradi. Qui potrai trovare informazioni aggiornate, articoli di intrattenimento e molto altro.