Calcio Internazionale Europei

Cosa possiamo aspettarci da Euro 2024?

Cosa possiamo aspettarci da Euro 2024?


Finita la fase delle qualificazioni, si è delineato il quadro delle nazionali che prenderà parte alla UEFA EURO 2024 che inizierà il prossimo 14 giugno in Germania. Le squadre partecipanti saranno in totale 21, tra cui l’Italia, pronta a scendere in campo in ottima forma.

Introduzione

UEFA EURO 2024 prenderà il via il prossimo 14 giugno, a Monaco di Baviera. L’attesa è quasi finita dunque e l’Italia scenderà in campo sabato 15 giugno contro l’Albania, a Dortmund. Una volta conclusa la stagione dei club, potremo finalmente dedicarci a seguire la nostra amatissima nazionale, già campione in carica, grazie alla vittoria del 2020. Che gli azzurri siano pronti a ripetersi con un’altra vittoria? Ce lo diranno i campi tedeschi.

Verso Euro 2024

Quella degli Europei è una tappa imperdibile per tutti gli appassionati di calcio ma anche per gli italiani in genere. Quando a scendere in campo è la nazionale, non si tratta più di calcio, si tratta di campanilismo, di tricolore, di patriottismo ed anche chi non segue solitamente il calcio, almeno una volta ha visto la nazionale giocare su campi importanti, contro le altre nazioni. Quest’anno i padroni di casa saranno i tedeschi che, per altro, portano abbastanza fortuna all’Italia che ha vinto, proprio in Germania, il suo quarto ed ultimo mondiale. Era il 2006 e ad allenare la nostra nazionale c’era Marcello Lippi, che ha tinto di azzurro il cielo sopra Berlino.

Il prossimo giugno gli 11 di Spalletti saranno chiamati a correre su quegli stessi campi e chissà che non si possa ripetere la magia che ha fatto impazzire tantissimi tifosi che avevano puntato sulla vittoria italiana nelle scommesse europei.



Le nazionali che prenderanno parte a questo europeo sono 24 e sono Albania, Austria, Belgio, Croazia, Danimarca, Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Rep. Ceca, Romania, Scozia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna Svizzera, Turchia ed Ungheria. Queste 21 si sono qualificate direttamente ai gironi. Dai playoff arrivano invece Georgia (al suo primo storico europeo), Ucraina e Polonia.

Italia arriverà in Germania da campione in carica e sfiderà l’Albania.

Le probabili formazioni e le novità in casa azzurri

Tra le primissime novità in casa azzurri, sicuramente, la presenza in panchina di Mister Spalletti. In carica dal primo settembre 2023, ha preso il posto di Mister Mancini e guiderà la nostra nazionale almeno fino al mondiale 2026. Proprio Mister Spalletti ha affermato di voler giocare con il 3-4-2-1, per cercare di dare più spazio ad alcuni giocatori della sua rosa e metterli a proprio agio nel loro ruolo. Questo modulo è anche lo stesso giocato da molti club in serie A e quindi potrebbe essere il più congeniale per molti degli azzurri.

Grandi conferme a partire dalla porta che sarà difesa dal capitano Donnarumma e Vicario. In lizza per il terzo posto Provedel , Meret e Di Gregorio.

In difesa si partirà col blocco Inter (Acerbi, Bastoni, Darmian). La novità potrebbe essere Buongiorno del Torino che sta dimostrando un grande rendimento e potrebbe conquistarsi una maglia. Un’altra new entry, potrebbe essere Calafiori dal Bologna e da valutare saranno anche Mancini (Roma), Romagnoli (Lazio) e Gatti (Juventus).



Ci sarà spazio in rosa anche per Calabria, Udogie, Spinazzola, Lazzari e un possibile arrivo anche di Bellanova. Ancora, Barella, Cristante, Frattesi, Pellegrini, Politano, Berardi e Chiesa. Ovviamente molti di loro sono in fase di valutazione. Il CT Spalletti valuterà la forma fisica di tutti i giocatori in base a come termineranno la stagione nei rispettivi club.

La vera incognita azzurra restano gli attaccanti. A disposizione del Mister ci saranno Immobile, Retegui, Belotti, Scamacca, Chiesa e Raspadori ma anche per loro sarà necessaria una opportuna valutazione.

Conclusioni

C’è grande attesa per questo europeo tedesco che vedrà l’Italia scendere in campo da campione in carica, alla ricerca di una conferma del titolo di campioni d’Europa. A voler essere un po’ scaramantici, la Germania porta bene all’Italia perché è proprio sui campi tedeschi che la nostra nazionale ha vinto il suo ultimo mondiale. Dopo 18 anni da quel momento i nostri azzurri torneranno in casa dei cugini tedeschi. Questa volta hanno scelto di soggiornare a Iserlohn, una città di più di 90mila abitanti nella Renania Settentrionale- Vestfalia. E’ qui che si alleneranno gli azzurri per preparare le partite in programma per il prossimo europeo. L’Italia inizierà il prossimo 15 giugno sfidando l’Albania, con allenamenti a porte aperte. Tante le novità e i nuovi possibili assetti della squadra. 

La prima in assoluto riguarda la panchina: dal primo settembre, infatti, a presiederla è Mister Spalletti che, dopo aver chiuso col Napoli, è diventato CT della Nazionale. Per Spalletti ci saranno tantissime novità tra i giocatori e qualche conferma, Donnarumma tra i pali resta una certezza, sia come portiere che come capitano. Nel resto della rosa sono previsti nuovi arrivi, tra quelli che hanno fatto meglio sul campo in questa stagione, nei vari club. Tra coloro che hanno dimostrato il miglior rendimento, Bongiorno e Calafiori ma anche Mancini , Romagnoli e Gatti. Un grande europeo dunque ci aspetta e speriamo che, i cieli ed i campi tedeschi, ci portino ancora fortuna.


Euro Calcio News spiega il mondo del calcio a tutti!