Classifica Serie A

Milan: ci sono ancora speranze per lo scudetto?

Milan ci sono ancora speranze per lo scudetto


Per alcuni sembrerebbe aver rinunciato alla corsa, per altri, invece, solo una serie di sfortune, ma comunque non si schioda dal podio: il Milan sta trattenendo il suo terzo posto con le unghie e con i denti, nonostante qualche difficoltà.

Se ci sono ancora speranze per lo scudetto e di poter replicare i grandi festeggiamenti di due anni fa – prima che il Napoli impedisse la doppietta -, è ancora tutto da vedere, e dipenderà dalla strategia che i rossoneri sceglieranno di portare in campo in quel che resta di questo campionato.

La questione Leao

Come possiamo leggere nell’intervista di Collovati a Domenico Manfredi riportata dall’articolo nel blog del portale di scommesse Betway Sports, il sentiment verso il grande Rafa Leao è cambiato durante questo campionato.

Non più il fenomeno di un tempo, pare, così grande da essere chiamato il “nuovo Mbappé”. E se è vero che il calcio moderno lo fanno gli attaccanti esterni come Salah e Vinicius – secondo le parole di Collovati – è innegabile che i pochi goal di Leao durante questo campionato siano un problema.

Per questo, si respira nell’aria una possibile partenza in estate: dopotutto, con il denaro ricavato sarebbe possibile investire su altri 2-3 giocatori e provare a cominciare il prossimo campionato con tutta un’altra carica.

Situazione attuale del Milan: la rimonta è ancora possibile?

Per come appare la classifica oggi come oggi, il Milan può ancora puntare a vincere il massimo campionato italiano, ma di certo non senza un po’ di fatica. Se lo dovrebbe sudare davvero, puntando a vincere la maggior parte delle partite e a essere molto più aggressivo di quanto non sia stato negli ultimi match.

Il terzo posto è netto, infatti, con un buon distacco dalla quarta classificata, l’Atalanta: 52 punti contro 45, ma da considerare la partita in più giocata dal Milan che potrebbe falsare il suo vantaggio.

Nonostante questa ottima posizione, però, i punti che separano i rossoneri dai loro cugini nerazzurri, attualmente in vetta alla classifica di Serie A, sono undici. E undici punti di distanza, a questo punto del campionato, non sono certo una piccolezza trascurabile.

E non finisce qui. All’Inter mancano 14 partite da giocare, vale a dire altri 42 punti a disposizione da piazzare. Al Milan, invece, mancano solo 13 partite, e di conseguenza 39 punti a disposizione. Il distacco è evidente e, se l’Inter continua su questa scia, lo sarà ancora di più nelle prossime settimane.

Le speranze del Milan sono ancora accese e possono permettersi di esserlo, ma al tempo stesso si deve riaccendere anche la voglia di lottare e di arrivare lassù. Vincerle tutte dovrebbe essere l’unico obiettivo per i rossoneri, senza timori e senza esitazione.

E, nel frattempo, sperare non solo che l’Inter freni la sua corsa apparentemente inarrestabile, ma anche che la Juventus subisca un crollo improvviso. Perché ricordiamo che, tra i due (cugini) litiganti, c’è la vecchia signora a farsi strada verso uno scudetto che, se conquistato, sarebbe il trentasettesimo della sua vasta collezione.


Euro Calcio News spiega il mondo del calcio a tutti!